Uncategorized

Mobili da Giardino in Teak : Bellezza senza tempo

Oltre le tendenze

L’essenza di certi mobili va al di là delle mode del momento, rimangono inalterate e non si lasciano sfiorare dagli stili che fanno tendenza.
Nei mobili Royal Botania possiamo constatare tutto ciò.
E’ un’azienda giovane e dinamica, le sue collezioni sono ampiamente dedicate alla produzione di mobili in alluminio e acciaio inox ma con una sezione importante dedicata ai mobili in teak :

Li possiamo trovare puri e semplici: solo teak di prim’ordine assemblato per comporre sedute e tavoli,  e li possiamo riscoprire anche con l’abbinamento in tessuto microforato oppure intrecciati alla corda sintetica.

Il legno di teak “principe della foresta“ si pregia di questo titolo perché vanta resistenza e durevolezza rispetto a tutte le altre essenze lignee. Immune agli attacchi degli insetti e resistente al contatto con l’acqua, è largamente impiegato anche nell’industria nautica ma trova il suo impiego anche nella produzione di pavimenti per esterni e interni.

Le origini
Il teak, proveniente dall’albero tectona grandis è un albero tropicale appartenente alla famiglia delle Verbenacee. La qualità più selezionata si trova nel continente asiatico. L’albero è caratterizzato da un fusto molto grande e cresce mediamente fino a 40 metri di altezza con un diametro di 1,5 metro. La nazione più fiorente per la produzione di questa prestigiosa risorsa naturale è la Birmania, a seguire la Thailandia.

Perché è così speciale.
Sono molti gli aspetti che lo fanno primeggiare rispetto agli altri legni. Citiamone alcuni:  il colore uniforme, le venature che cambiano a seconda della zona di origine , se dorate denotano una migliore qualità.
Al tatto si presenta vellutato, perché ricco dei suoi oli, una specie di resina naturale che lo rende inattaccabile dai parassiti.

E’ proprio in questa selezione che Royal Botania ha puntato alla sua collezione: solo il teak più pregiato per garantire bellezza e durata nel tempo. L’essenzialità di forma e materia la possiamo ammirare nella collezione IXIT : una linea di tavoli realizzati interamente in legno di teak che partono dalle dimensioni fisse ( cm 90 x 200 ) e arrivano ai tavoli allungabili dalle generose dimensioni ( cm 96 x 240/360 )

Le sedute fisse e impilabili mettono in evidenza il particolare costruttivo nei dettagli del bracciolo sia per le sedute da pranzo che per le sedute relax , dove il comfort viene completato dai cuscini seduta-schienale.

I lettini prendisole IXIT , sono estremamente lineari e mettono in risalto la giunzione a 90° dei basamenti.

sedia in teak royal botania modello IXIT-17811
Lettino in teak-batyline XQI Royal Botania

Il legno di teak si presta ad interessanti abbinamenti se consideriamo la collezione XQI : un particolare mixage dove il legno di teak diventa la struttura portante, mentre il tessuto microforato sintetico offre una seduta e uno schienale particolarmente confortevole. Questa collezione comprende Sedie pieghevoli con bracciolo in stile classico, ma anche sedute fisse e sgabelli alti per sedute bar.

Un abbinamento diverso lo troviamo nella poltroncina JIVE, realizzata in alluminio verniciato e intreccio in corda sintetica. La sezione in teak seppur ridotta fa da protagonista grazie alla particolare curvatura che da forma allo schienale.

Poltrona JIVE Royal Botania

E’ la collezione Zenith che rappresenta questo particolare connubio.
Una sinuosità realizzata in pregiato teak birmano che disegna le forme fra tratti curvilinei e angoli pronunciati. Sono possibili le combinazioni fra i diversi elementi per creare salotti ad angolo, abbinate con dormouse e moduli angolari

Poltrona in teak ZENHIT Royal Botania

Teak e alluminio per la collezione ZIDIZ
In questa collezione, il teak si abbina ad una sottile sagoma in alluminio verniciato, dove il contrasto del colore diventa interessante. Le sedute di questa linea si abbinano ai tavoli della stessa collezione dove la scelta è fra un tavolo in legno di teak con piano liscio, non fugato e con angoli evidentemente smussati, all’ abbinamento dei tavoli con piani che spaziano nelle tonalità della ceramica.

Teak contemporaneo
Risaltano queste travi come un legno possente sorrette da elementari sagome in alluminio verniciato.
Che siano realizzate in teak oppure in iroko delineano una tendenza contemporanea. Per certi aspetti possono ricordare i semplici bancali in legno.
Questa linea porta il nome di VIGOR LOUNGE e si sviluppa in sedute come sgabelli e panchine che arrivano ad una lunghezza di ben 320 cm abbinate a tavoli della stessa lunghezza.

Tavolo pieghevole TABOELA Royal Botania cm 80x80

La stessa essenzialità seppur con toni meno accentuati la possiamo incontrare nella linea TABOLEA. Una selezione dedicata soli a tavoli per l’arredo esterno e spazia da dimensioni molte contenute a tavoli allungabili di grandi dimensioni.

Nella sua vasta scelta la struttura è realizzata da alluminio verniciato e acciaio inox, i top possono essere in ceramica , in vetro e ovviamente in legno di teak .

La cura nel tempo.
Come ogni prodotto naturale, anche il teak subisce l’ alterazione estetica dovuta all’esposizione alla pioggia e al sole. La mutazione di questo pregiato legno è considerata in molti paesi del nord Europa un segno distintivo di bellezza . A differenza di tutti gli altri legni il cambiamento cromatico non è difforme anzi, mette in evidenza le venature del legno che diventano grigio-argento. Questo aspetto biancastro definisce il così detto invecchiamento del teak.
Il colore non è nient’altro che un olio protettivo che risale in superficie per garantire una protezione naturale al legno stesso , anche per questo motivo il legno di teak appare vellutato al tatto , anche a distanza di tempo e sempre per lo stesso motivo non ricevere trattamenti oleosi o di impregnazione in fase di produzione,  come succede invece nelle altre essenze lignee.

Nei paesi del Nord questo è sinonimo di bellezza e unicità, tanto da accelerare volutamente questo processo. E’ difatti loro usanza cospargere i mobili in teak nuovi con acqua e sale marino: in brevissimo tempo affiorano dal legno le venature argentee. La pulizia, sempre secondo loro tradizione, viene eseguita con sapone neutro e spazzola di saggina. A questo segue solo la naturale asciugatura all’aria aperta.

Nel caso in cui si desiderasse ripristinare il colore originale basterà applicare il prodotto apposito per trattarlo in base al grado che si desidera raggiungere. Per questo Royal Botania ha selezionato nel suo catalogo dei detergenti per facilitare la pulizia e la manutenzione.
Ad esempio se quello di cui abbiamo bisogno è una pulizia profonda ( da macchie , anche di muffa ) il prodotto ideale è il Teak Cleaner :
Se desideriamo rinnovare il teak e riportare il colore dorato si può far riferimento al Teak Renovator
per prevenire le macchie ( soprattutto quelle oleose ) il prodotto No Stain sarà la soluzione perfetta , anche per i mobili in teak per interno ! crea una vera pellicola protettiva che rende impermeabile il legno per un periodo prolungato.

Lascia un commento